Archivio mensile:giugno 2014

Il diavolo si annida nei dettagli casuali (o meno)

Vi ricordate di quel parcheggio PUBBLICO (ora gratuito), e sconosciuto ai più, presso la struttura del Residence “Le Terrazze” in zona Olivo a Portovenere?

Se non ve ne ricordate vi consigliamo di leggere questo articolo: Portovenere: parcheggio pubblico (ora gratuito), c’è ma non si vede.

Ebbene, abbiamo deciso di aggiornarvi con buona frequenza sull’andamento della situazione, e questa mattina abbiamo trovato alcuni oggetti che, probabilmente, per pura combinazione (o meno), sono all’ingresso del parcheggio PUBBLICO: un ombrellone chiuso con il suo bel piede in cemento (sul lato destro entrando) e, sul lato sinistro, un cartello scivolato in basso di passo carrabile, relativo al cancello laterale chiuso, sul quale è appoggiato altro cartello rovesciato. In più permangono: sulla sede stradale la guida del cancello scorrevole che fu rimosso per ordinanza comunale e, vicino all’ombrellone, il pilone del fu cancello scorrevole (chissà, qui non si butta via nulla siamo liguri, possono sempre servire).

Ombrellone e pilone in ingresso, lato destro
Ombrellone e pilone in ingresso, lato destro
Cartelli, ingresso lato sinistro
Cartelli, ingresso lato sinistro

Non c’è dubbio, tutto l'”arredamento” di mobili ed immobili contribuisce chiaramente a far comprendere che quella è una rampa di accesso ad un parcheggio PUBBLICO. Naturalmente il tono è ironico, per chi avesse problemi di comprendonio.

In più, non meno importante, anzi FONDAMENTALE, mancano ancora quei cartelli stradali che il Comune DEVE mettere per far conoscere l’esistenza di quel parcheggio PUBBLICO, ma che evidentemente è un problema trovare. Strano, eppure il sindaco ha una ditta di cartellonistica, non li può far fare e poi si fa rimborsare? O magari riferirsi a qualche suo collega, per non avere eventuali conflitti di interesse in cartellonistica stradale? Chissà, forse il sindaco Giampedrone di Ameglia, esperto in marketing, ci può dare una mano.

Ad ogni modo, fateci sempre sapere come vi trovate nel parcheggio PUBBLICO (ora gratuito) frontale il residence Le Terrazze e noi vi terremo aggiornati.

Dimenticavamo di dire che dopo pochi giorni dalla pubblicazione (nostra non certo dei giornali) della notizia, lo striscione ingannevole è stato rimosso, con buona pace degli enormi sforzi compiuti dalla “poderosa” macchina della vigilanza comunale.

A presto.

"Arredamento" stradale visto in uscita
“Arredamento” stradale visto in uscita

Portovenere: parcheggio pubblico (ora gratuito), c’è ma non si vede

Chissà quanti di voi non rimarranno stupiti da una notizia del genere: a Portovenere, in zona Olivo, dove è situato il complesso residenziale Le Terrazze, c’è un parcheggio formato da una ventina di posti auto, pubblico e gratuito (almeno ora). Avete letto bene: PUBBLICO e GRATUITO. Roba da non credere, con la fame di parcheggio che c’è in stagione estiva, sarebbe un’informazione preziosissima. Vero, talmente preziosa, che si cerca di non diffonderla e non solo, il Comune da anni non ha mai messo un’indicazione stradale che la menzionasse, nemmeno per sbaglio. Strano, molto strano, eppure si sono aggiornate alcune indicazioni stradali recentemente, e subito prima delle elezioni la giunta Pistone-Nardini, tramite il solerte ex-comandante Pruzzo, mise diversi cartelli toponomastici, giusto a pochi giorni dalle elezioni (cartelli elettorali li chiamammo). Uno col nome della strada sbagliato, ed uno che è ancora lì, che vorrebbe una strada privata condominiale dal 1968, via I Traversa Olivo, e pure vicolo cieco, di rilevante importanza urbanistica. Roba da far ridere i polli.

Portovenere, 2014: "Le Terrazze" rampa al parcheggio pubblico
Portovenere, 2014: “Le Terrazze” rampa al parcheggio pubblico

Ma di parcheggio pubblico e gratuito in zona mare, nulla. Specifichiamo bene, i parcheggi si trovano nell’area all’aperto antistante l’ingresso al residence-ristorante Le Terrazze, immediatamente dopo la rampa di accesso, e furono costruiti in obbligo al P.U.O. del 2003 ed alla convenzione n.3650 del 05.02.2004. Lasciamo stare, in questo articolo, tutti gli oneri di urbanizzazione mai compiuti a danno dei cittadini, ma in tale convenzione è citata la viabilità di accesso da via II Traversa Olivo ai parcheggi pubblici antistanti la struttura de Le Terrazze. PUBBLICI, non viene definito se saranno gratuiti o se saranno a pagamento, fatto sta, ora come ora, sono gratuiti, ma invisibili. Invisibili perché non c’è uno straccio di indicazione stradale comunale, e perché subito preceduti da uno striscione, proprio sulla rampa di accesso, con scritto: “Parcheggi interni a pagamento – Ristorante Le Terrazze con parcheggio gratuito”. Si che esistono anche parcheggi privati interrati o comunque interni all’edificio, ma non è proprio vero che i parcheggi pubblici esterni sono abbinati al ristorante o ai servizi della struttura privata. Cosa che furbescamente lo striscione pubblicitario vuol fare intendere. Tra l’altro, ci piacerebbe sapere se è stata pagata la tassa comunale di affissione.

Portovenere, 2014: "Le Terrazze" parcheggio pubblico
Portovenere, 2014: “Le Terrazze” parcheggio pubblico

Ebbene, è curioso vedere in periodi di medio-bassa stagione, gli avventori preferire il parcheggio a pagamento, quando a pochi metri c’è un liberissimo parcheggio pubblico, per ora gratuito. Il Comune fa i suoi guadagni e il privato i suoi interessi. Ma da quanto tempo va avanti questa storia? Da quando sono stati costruiti quei posti auto, parecchi anni, meno di 10 ma parecchi. E in 10 anni nemmeno una delle amministrazioni si è accorta di nulla? Che distratti.

Eppure un anno fa, il 24.07.2013, il Comune emise una ordinanza, la n.2522, con la quale impose al titolare de Le Terrazze di abbattere un cancello a scorrimento, posizionato giusto all’inizio della rampa di accesso. Ma poi, nulla, nemmeno un cartello o un’indicazione sull’asfalto.

Curioso, perché poi nelle scorse festività pasquali è stata vista molta attività in quel punto, una ragazza con maglietta Le Terrazze fermava le vetture (lo striscione c’era già) e, all’uscita, chiedeva lo scontrino del ristorante per poter usufruire del parcheggio pubblico, ora gratuito. Le autorità furono allertate (immaginate chi), ma nulla di nulla.
Ora, forse, non si fa più richiesta dello scontrino o ricevuta, ma comunque, data l’ambiguità del contesto e lo striscione ingannatore certo la situazione non è chiara e soprattutto non è resa di pubblico dominio, anche agli avventori.

Portovenere, 2014: "Le Terrazze" parcheggio pubblico
Portovenere, 2014: “Le Terrazze” parcheggio pubblico

Orbene, fate un salto, nei prossimi giorni, al parcheggio pubblico, e ora gratuito, NON abbinato ad alcun servizio privato de Le Terrazze, e fateci sapere come vi siete trovati: cordialità, segnaletica stradale e striscione pubblicitario incluso.


16.06.14 integrazione all’articolo

Oggi lo striscione ingannevole non c’è, è stato rimosso, ci auguriamo definitivamente. Ma ovviamente è solo un primo passo. Ringraziamo tutte le associazioni che con la loro assenza (mirata o meno) hanno contribuito a darci merito di questa piccola, molto piccola rivincita sul tasso di disordine pubblico costituito. Ci dispiace aver infastidito, probabilmente inutilmente, le forze dell’ordine, perché forse lo striscione è stato “spontaneamente” rimosso dai titolari. E ora sarebbe il caso di sistemare opportuna segnaletica e magari calcolare tutti i danni erariali dovuti alle mancate opere di urbanizzazione. Per chi volesse avere un riscontro documentale, a questo link si trova l’ordinanza relativa alla rimozione del cancello scorrevole di circa un anno fa.