Sporting Beach: la grande saga a puntate. Terza puntata. La grande melma

altan-merda-non-sabbia_jpgNella puntata precedente abbiamo fatto conoscenza con l’architetto Roberto Evaristi che ha redatto le istanze di sanatoria Paesaggistica e Urbanistica per conto dello stabilimento Sporting Beach, in questa puntata faremo un breve approfondimento sul melmoso sistema locale.

La cronologia dei fatti ci racconta che:

  • 26/06/13: la giunta comunale presieduta dal sindaco Matteo Cozzani delibera la nomina dei nuovi membri della Commissione Locale per il Paesaggio, con durata quinquennale, che sono: 1. arch. Roberto EVARISTI, 2. arch. Stefano LUPI, 3. arch. Enrica MAGGIANI;
  • 04/07/13: la Commissione Locale per il Paesaggio viene convocata per esprimere i pareri relativi ad una serie di procedimenti amministrativi in corso tra cui: a) il provvedimento demolitorio del cancello a scorrimento presso lo stabilimento “Le Terrazze” (che avrebbe impedito il libero accesso ai parcheggi pubblici e tuttora non indicati da alcun cartello stradale), ordinanza n.2522/2013; b) l’ordinanza relativa agli accertamenti degli illeciti e al provvedimento demolitorio per gli abusi riscontrati presso lo stabilimento Sporting Beach, ordinanza n.2518/2013. Nel verbale, alle ore 10:35, l’arch. Evaristi risulta rientrato dopo tali delibere;
  • 22/10/13: l’arch. Roberto EVARISTI, per conto del titolare dello stabilimento Sporting Beach, elabora, redige e firma, la documentazione ed i progetti inerenti la domanda di sanatoria paesaggistica presentata presso la Regione Liguria, la quale, nel corso dell’iter amministrativo si avvarrà dei pareri della Soprintendenza e dello stesso Comune di Portovenere, al quale interno è in carica la Commissione Paesaggistica prima menzionata.

Ci fa piacere che l’architetto Evaristi sia uscito dalla seduta della Commissione Locale per il Paesaggio nei momenti cruciali di conflitto di interesse, ma ci chiediamo come sia andata anche successivamente quando il Comune ha espresso pareri (favorevoli) alla Regione nel procedimento di sanatoria paesaggistica inerente lo Sporting Beach.

Il nostro parere è espresso da una forte (fortissima) sensazione di nausea, francamente per nulla favorevole. Immaginiamo che per le nostre istituzioni sia tutto nella norma, ci chiediamo cosa ne pensino i cittadini.

———

Breve integrazione al ns. post:

l’arch. Roberto Evaristi è consigliere dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Spezia dal 2009, rimarrà in carica fino al 2017 ed è attualmente presidente della commissione “Taratura parcelle”, sempre presso lo stesso Ordine.

Il Codice deontologico Nazionale degli Architetti in vigore dal 01/01/14 all’art.31 recita:

Art. 31 (Conflitto di interessi)
1. Il Professionista è tenuto ad astenersi dal prestare attività professionale quando abbia, per conto proprio, di terzi o di soggetti che esercitano attività professionale negli stessi locali, un interesse in conflitto con quello di un committente o che possa condizionare il corretto svolgimento dell’incarico.

Chissà se lo prevedeva anche il codice in vigore sino al 31/12/13.

————————-

Le puntate precedenti:

L’inizio della storia: