Sporting Beach: né ripristino, né mitigazione, ma raddoppio

La massicciata presso lo stabilimento Sporting Beach di Portovenere viene raddoppiata e trasformata. La Regione Liguria aveva stabilito diversamente.

_MG_1698Ciò che temevo è ormai sotto gli occhi di tutti. Altro che ripristino, altro che mitigazione e ricostruzione delle parti di scogliera mancanti, qui siamo di fronte ad un vero  e proprio raddoppio e trasformazione della massicciata abusiva sanata, o quasi, dalla Regione Liguria nel lontano 2013. Raffrontate anche il pregresso.

Infatti, il decreto dirigenziale della Regione Liguria n.1160 del 08.05.14, con il quale si concedeva la sanatoria paesaggistica, a pag.4 prescriveva che venissero “… realizzate, entro un termine che verrà stabilito dal Comune di Portovenere, le opere di mitigazione e miglioramento previste nel progetto in esame…”, oltre al fatto che “… gli eventuali massi da posare ad integrazione di quelli esistenti abbiano analoghe caratteristiche e colorazioni, con esclusione di materiale marmoreo; …”.

Sarò poco oggettivo, ma non vedo nulla di tutto ciò. La fotografia di oggi mi pare alquanto esplicativa.

Il progetto a cui si fa riferimento è descritto nella relazione Paesaggistica S.O.I. datata 01.08.13, di cui riporto un estratto minimale, (documento su cui si è basato il rilascio della conformità paesaggistica stessa), nel quale, a pag.22 al par. 2.4.1 “Elementi di mitigazione”, riporta “… Si ritiene, valutando le opere da un punto di vista paesistico, di proporre un intervento di riqualificazione ambientale meno invasivo della prescritta demolizione e rimessa in pristino, ovvero ricostituzione delle parti di scogliera mancanti mediante la posa di massi a dimensioni decrescenti dal mare verso la spiaggia con successiva posa di spezzato, misto a ghiaietto, nella fascia immediatamente sottostante il cordolo di delimitazione, come peraltro già presente nella restante porzione di scogliera. …”.

Dal medesimo documento riporto anche le pagg. 34 e 35 relative alla “ricostituzione delle parti di scogliera mancanti”, nelle quali si descrive con fotosimulazione l’intervento previsto. Da tali immagini e dalla fotografia ripresa in data odierna appare evidente il contrasto tra quanto prospettato ed approvato dalla Regione Liguria a suo tempo, e quanto, in realtà, viene messo in opera con i lavori in corso. E’ chiaro che non si sta operando per ricostruire solamente le parti mancanti, ma è in atto una vera e propria trasformazione di tutta la massicciata. La cosa non può finire qui.

Planimetria mitigazioni allegata al progetto

Planimetria totale
Dettaglio 1
Dettaglio 2
Raddoppio massicciata Sporting Beach - Portovenere (SP) al 22.03.17 inizio giornata
Raddoppio massicciata Sporting Beach – Portovenere (SP) al 22.03.17 inizio giornata

Confronto: estate 2016 / lavori al 24.03.2017 (scroll orizzontale sull’immagine)
Valutando la diversa luce nelle due immagini, che tende a rendere più bianca la massicciata attuale, le differenze di colore comunque ci sono (oggi ha anche piovuto e la polvere del materiale nuovo si è in parte dissolta). Ad ogni modo, si notano ancora di più le differenze morfologiche della linea di costa in diversi punti, e le differenze di superficie e quota, soprattutto rispetto al cordolo di cemento immediatamente dietro. Le fotografie, inoltre, non sono pubblicate al massimo della risoluzione. In conclusione, l’operazione non appare coinvolgere solo alcuni punti da porre in riempimento, o per la rimozione delle 6 discese a mare e delle altre parti in calcestruzzo, o per alcuni e circoscritti “buchi” preesistenti, come indicato dalla Regione nel progetto approvato, ma intacca tutta la massicciata a prescindere dallo stato antecedente.