Isola Palmaria – Le Terrazze dell’Olivo: (s)vendita Ex Casa Carassale per la passeggiata

Nuovamente all’asta ex Casa Carassale, sull’isola Palmaria, con progressivi ribassi del 20%. I proventi destinati ad opere di urbanizzazione mai edificate dal 2004, relative alla struttura turistica “Le Terrazze” dell’Olivo.
Le Terrazze
Complesso privato turistico “Le Terrazze” in zona Olivo a Portovenere (SP)

Si è scritto anche recentemente sulla vendita della ex Casa Carassale, un rudere inagibile su due livelli di 7,5 vani con area esterna esclusiva, di superficie lorda 150 mq. circa.

Nel marzo scorso, una prima asta con base di 600 mila euro andò deserta. Il 31 maggio si ritenta con un decremento del valore d’asta a 480 mila euro. Nel caso non andasse in porto nemmeno questa volta, le prossime aste vedranno ribassi progressivi del 20% sulla base di vendita.

Sarà vendita o svendita a questo punto? E’ un rudere, certamente, ma la potenzialità rimane tutta, in quanto su un’isola invidiabile come posizione, sul cui destino si sta decidendo a seguito delle cessioni del demanio e Marina Militare. D’ora in poi una delle alternative avrà la meglio: speculazione o valorizzazione ambientale.

In basso a sx in giallo la ex Casa Carassale, isola Palmaria, Portovenere (SP)
In basso a sx in giallo la ex Casa Carassale, isola Palmaria, Portovenere (SP)

La questione curiosa, però, di cui non si è ancora scritto, è che la ex Casa Carassale è in vendita non per attività riguardanti l’isola, ma per una questione annosa che riguarda i mai visti oneri di urbanizzazione relativi alla struttura turistica privata de “Le Terrazze”, in zona Olivo a Portovenere. Per la precisione, la destinazione di tali proventi è per il completamento della passeggiata che da via Olivo porta a Via II Traversa Olivo, onere a scomputo previsto dalla convenzione stipulata nel lontano 2004. E’ lo stesso sindaco, Matteo Cozzani, che lo afferma durante il Consiglio Comunale del 14.12.16 (v. pag. 5 del verbale di seduta).

A pag. 13 della convenzione del 2004 si stabiliva, poi, che tale opera di urbanizzazione (lettera f) fosse realizzata “contemporaneamente al rilascio della prima concessione edilizia relativa alla costruzione degli immobili previsti nel P.U.O.” de Le Terrazze.

Il primo permesso di costruire fu rilasciato tra il 2006 ed il 2008 ma della passeggiata non si vede l’ombra ancora ora, assieme ai famosi parcheggi pubblici ancora invisibili e su cui mi presi una querela da parte del sindaco. Querela da cui sono uscito assolto già in primo grado.

A tale proposito, sono stati diversi gli amministratori che dal 2004 si sono succeduti, senza che nulla avvenisse. Persino un commissario prefettizio. Merita, perciò, evidenziare ulteriori due punti:

  1. per il prolungamento della passeggiata fu stipulata, all’epoca, una fidejussione di euro 180.059,80 (attualmente rivalutati a € 209.000,00), cifra ad oggi del tutto insufficiente per l’opera. Tanto è vero che, negli ultimi anni, i D.U.P. (Documento Unico di Programmazione) succedutisi durante l’attuale amministrazione, riportano l’onere complessivo attuale per un importo superiore a 800 mila euro, per la precisione di € 866.804,40 (totale di € 209.000,00 + 657.804,40 ). Se ci riferiamo all’aggiornamento verificato dal revisore dei conti in data 27.12.16. L’opera è a scomputo, per cui, ciò che ne viene non è grasso che cola per i cittadini ma esattamente il contrario;
    Nota_aggiorn._DUP_stima costi 2017-19
    Nota di aggiornamento al D.U.P. 2017-19
  2. c’è da chiedersi perché all’epoca furono rilasciati i permessi di agibilità e abitabilità ai fabbricati de “Le Terrazze”, dato che la stessa convenzione del 2004 prevedeva a pag. 18: “… 4) Il permesso di abitabilità e/o di agibilità dei fabbricati non potrà rilasciarsi finché non saranno state collaudate dal Comune (…) le opere di urbanizzazione di piano e finché non saranno state cedute e consegnate le opere stesse, per quanto previsto dalla presente Convenzione. …“.
pag.18 All.S CONVENZIONE 2004_02_05 Rep.3650
pag.18 Convenzione Pubblica del 05.02.2004, Rep.3650

A quando un definitivo chiarimento su tutti gli oneri di urbanizzazione derivanti dal P.U.O. Le Terrazze?