Maurizio Crozza e gli stabilimenti balneari

/ Novembre 24, 2021/ abusi, ambiente, giustizia, Le Terrazze - Portovenere (SP), spiagge, Sporting Beach - Portovenere (SP), tutela consumatori

Venerdì scorso Maurizio Crozza, nel suo programma “Fratelli di Crozza” su Nove tv, ha parlato e cantato una canzoncina sul tema delle concessioni balneari. E’ vero, molti stabilimenti balneari (soprattutto in Liguria) hanno dato luogo al “festival della betoniera”, si sono fatti il “proprio fortino”. Siamo anche alle “cabine con le feritoie”, se non con “il filo spinato”. Qui, a Portovenere (SP), abbiamo stabilimenti balneari con la trincea sulla spiaggia.

Giorni fa, poi, sono stato fotografato più volte, mentre mi aggiravo sul demanio marittimo, di fronte ad uno stabilimento chiuso. Cercavo di capire da dove arrivasse della schiuma che galleggiava in mare. Era il gestore, stava facendo dei lavoretti alle cabine ma, assunto un’aria da ispettore Clouseau, ha preso a fotografarmi, mentre osavo camminare sulla “sua” concessione demaniale. A quel punto l’ho salutato e, sorridendo, mi sono messo in posa. Ma poi, mi sono messo a fotografare anche io. Così, per scambio di carinerie e per ricordo.

Ebbene, caro Crozza, qui abbiamo stabilimenti che hanno messo più che recinzioni, massicciate, roba che manco in Normandia contro lo sbarco degli americani. Due esempi di Portovenere (SP):

Il caso “Le Terrazze” lo hai notato anche tu Maurizio e ti ringrazio, perché molti media e autorità fanno ancora fatica a vederlo, nonostante una condanna penale (piuttosto superficiale) passata in giudicato, un processo in corso e un procedimento ulteriore in fase di indagini preliminari. Tutto partito solo dai miei esposti, ripetuti e con grande fatica negli anni. Ecco lì la fotina che sta dietro a te, in alto a destra e, non solo, citi espressamente anche Portovenere tra i “buoni” esempi. Grazie!

Ora aspettiamo le gare sulle concessioni e speriamo che si dia anche attenzione al tema delle concessioni perenni dei frontisti: Concessioni Demaniali Marittime in casi particolari: la Commissione UE mi risponde.

Qui il monologo di Maurizio Crozza:

Print Friendly, PDF & Email
Condividi questo post